Il guardiano del faro di Sergio Bambarén (Sperlink & Kupfer)

Recensione di Claudia Simonelli

 

“Impara a dire addio a tutto ciò che è di impedimento ai tuoi sogni, mia cara. Impara ad attraversare il muro di cristallo. Sii te stessa: questo è il vero segreto della felicità.”


 
Anche questo romanzo, come alcuni altri che mi sia capitato di leggere, fa parte di quel filone che io definisco “romanzi curativi”. Per intenderci, sarebbe quella cerchia che comprende “Il gabbiano Jonathan Livingston” o “Il Piccolo Principe”, la cui lettura mi ha regalato un qualcosa in più, un messaggio semplice eppure potente che si innalzava al di sopra di trama e narrazione per arrivare più nel profondo. “Il guardiano del faro” si prefigge questo obiettivo, eppure lo manca per un pelo.
La narrazione è estremamente semplice, la trama non presenta alcun artificio ed è abbastanza lineare; ci sono molti scambi di battute tra i tre personaggi principali, che toccano argomenti anche molto profondi.
Specialmente la questione dei limiti personali, i cosiddetti “Muri di cristallo” che spesso non riusciamo ad abbattere, e neanche vediamo, creando a noi stessi la difficoltà netta a trovare la nostra vera strada, quella che ci fa vivere una serenità reale, e non semplicemente economica o lavorativa, ma una più spirituale e profonda, interiore. Una sorta di ricerca, quella dell’ikigai, concetto giapponese tanto di moda ultimamente, lo scopo primario della propria vita, quello che rende felici noi e chiunque si ritrovi sulla nostra scia.

La lettura è stata piacevole e assolutamente adatta alla stagione, adorabile il personaggio dell’Ammiraglio e re indiscusso del Faro, casa della Luce per eccellenza, che assume anche un po’ le vesti di Santone, e non è detto che lo stesso Autore non volesse attribuirgli davvero un che di mistico e magico.
Del suddetto filone non è stato certamente il mio preferito, ma è una lettura gradevole. Se volete una lettura veloce, leggera, che abbia qualche bel messaggio e sia assolutamente adatta alle vostre giornate in spiaggia, allora “Il guardiano del faro” di Sergio Bambarén fa per voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...